Cosa Vedere A Bali? - 2023, HoyHistoriaGT Hoy en la Historia de Guatemala

Cosa Vedere A Bali?

Cosa Vedere A Bali
Vragen en antwoorden Een vraag stellen V: (Vertaald door Google) Wat is de beste tijd om Bali te bezoeken? (Origineel) What’s the best time to visit Bali? A: (Vertaald door Google) Eigenlijk nu. In de zomer. Daar is de moessontijd voorbij. (Origineel) Actually now. In summer. There is the monsoon time gone. (Nog 32 antwoorden) Alle vragen bekijken (788)

Quanti giorni servono per vedere Bali?

Ci sono molte cose che dovete considerare quando pianificate un itinerario di viaggio a Bali e una di queste è la durata della vacanza. In tanti turisti si chiedono quanti giorni siano necessari per una vacanza a Bali, ma non c’è una risposta esatta, in quanto dovete considerare diversi fattori, in primis i vostri interessi, come intendete passare la vacanza, il budget e anche la durata del volo.

Generalmente, infatti, se visitate Bali per la prima volta, la durata consigliata della vacanza è di almeno una settimana, tuttavia se raggiungete l’isola indonesiana dall’Europa, dagli Stati Uniti o da altre località dovendo affrontare un lungo volo, vi consiglierei almeno 10 giorni o 2 settimane di permanenza.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i fattori che incidono maggiormente sulla durata del soggiorno e cosa riuscireste a vedere in base alla durata della vacanza.

In che mese visitare Bali?

Quando andare a Bali: clima, temperature e precipitazioni Grazie al clima tropicale, Bali può essere visitata in ogni momento dell’anno! Ci sono, però, due stagioni ben distinte da tenere in considerazione: quella delle piogge, che va novembre a marzo, e quella secca che va dal mese di aprile a quello di ottobre.

La stagione delle piogge, però, non deve spaventarvi: le piogge tropicali che colpiscono Bali, infatti, sono intense ma brevi. C’è il sole tutti i giorni, anche quando si presenta il temporale, e avrete sempre la possibilità di fare il bagno nei suoi splendidi mari! Rilassarsi nelle paradisiache spiagge non è l’unica attività per voi, scoprite subito,

Il clima di Bali tipicamente tropicale con temperature alte e costanti per tutto l’anno. La media delle temperature passa dai 30° gradi di luglio e agosto ai circa 34° gradi nei mesi di marzo e aprile. Le temperature del mare, invece, variano dai 28° gradi ai 30° gradi, restando quindi gradevole e perfetto per un bagno in ogni momento dell’anno! Bali è un paese caldo in ogni periodo dell’anno, per certi versi molto umido, ma senza eventi climatici importanti.

Proprio per questo il paese è sempre più popolare, complici anche i panorami indimenticabili e le antiche bellezze storiche. La sua natura rigogliosa e lussureggiante, inoltre, sarà un piacere tutto da scoprire! Per molti il periodo migliore in cui visitare Bali va dal mese di aprile a quello di ottobre, ovvero la sopracitata “stagione secca”, che comunque può riservare qualche acquazzone sparso.

Ricordarsi di infilare un piccolo impermeabile in valigia può rivelarsi molto utile! Munitevi anche di vestiti comodi e traspiranti, costumi da bagno, crema solare e qualcosa per ripararvi dal sole: Bali è imprevedibile e tutta da scoprire. Un viaggio lungo le sue coste può rivelarsi un’esperienza unica, e il viaggio avventuroso che avete sempre sognato si trasformerà in un’ incredibile realtà ! : Quando andare a Bali: clima, temperature e precipitazioni

Come spostarsi tra una città e l’altra a Bali?

Car o Bike Sharing con Gojek o Grab – Partiamo con la notizia bomba che ti aprirà un mondo e sicuramente ti farà sicuramente piacere. Ormai da qualche anno a Bali ha iniziato a diffondersi il fenomeno del car e del bike sharing, il quale permette di richiedere un passaggio direttamente dal proprio cellulare.

Alla pari di Uber o Cabify in Italia infatti, a Bali troviamo Grab e Gojek, Non dovrai fare altro che scaricarti le rispettive applicazioni sul tuo cellulare e, al momento di doverti spostare, digitare la destinazione scelta, decidere se utilizzare una moto oppure una macchina e premere invio. In pochi minuti ti verranno a prendere e ti porteranno dove vuoi.

I costi di questi servizi sono ridicoli. Con pochi centesimi potrai farti portare a chilometri di distanza. Grab è leggermente più costoso e può essere facilmente collegato alla tua carta di credito, mentre Gojek è più economico e puoi pagare in cash una volta arrivato a destinazione.

Quanti contanti portare a Bali?

Informazioni – Arrivando in Indonesia – Deluxe Villas Bali Noi siamo qui per aiutarvi a rendere il vostro tempo in Indonesia incredibile. Ecco alcuni suggerimenti che riteniamo importante per voi sapere.

Per godere di un confortevole lusso, cassaforte & arrivo senza soluzione di continuità vi suggeriamo prenota il tuo SERVIZIO AUTO PRIVATA LUXE da

Dovresti scegliere un metodo di trasporto alternativo, Si prega di notare quanto segue:

Quando entri nella sala ricevente, ci sono una pletora di driver & agenti che rappresentano vari conducenti.Bali, in generale, è un posto molto sicuro.Considera che non conosci le condizioni di sicurezza del veicolo conducente.Ti consigliamo di scattare una foto dell’auto & autista con la targa chiaramente nella foto per il tuo record.Molti autisti vorranno portarti in vari negozi durante il tuo viaggio a Ubud. Puoi scegliere di impegnarti in questa attività o meno.L’assicurazione auto non è obbligatoria in Indonesia, quindi la maggior parte dei conducenti non ha un’assicurazione di responsabilità civile.Si prega di chiedere all’autista di chiamare il proprio concierge LUXE all’indirizzo +62 813-5334 3803 quando sali in macchina in modo che possiamo guidare il tuo autista & stabilisci il tuo orario di arrivo.

Tutti gli stranieri che entrano in Indonesia devono avere un passaporto valido con una data di scadenza non inferiore a 6 mesi prima della data di partenza dall’Indonesia o l’ingresso non sarà consentito.

Paesi che si qualificano per VOA (Visto all’arrivo), procedere alla reception per acquistare il tuo visto VOA.

Gli ospiti provenienti dalla maggior parte dei paesi che arrivano all’aeroporto internazionale Ngurah Rai possono entrare in Indonesia senza visto e rimanere fino a 30 giorniPer favore Gli ospiti che arrivano via mare devono verificare i requisiti specifici per il visto.Gli ospiti che desiderano soggiornare a Bali per più di 30 giorni devono ottenere un visto all’arrivo (Voa) dall’immigrazione all’arrivo all’aeroporto internazionale Ngurah Rai, Denpasar per US $ 35 che è valido per 30 giorni e che possono essere estesi una volta per un ulteriore 30 giorni.Il superamento del visto comporta una multa di 1,000,000 IDR al giorno.In alternativa puoi richiedere un visto turistico all’ambasciata indonesiana nel tuo paese.

PROCEDURA AEROPORTUALE ALL’ARRIVO

Procedi dal banco Visa per richiedere il tuo VOA (Visto all’arrivo) – valido per 30 giorni incluso il giorno in cui sei atterrato & il giorno della partenza.Procedi al tuo gate per cancellare l’immigrazione indonesiana.Raccogliere i vostri bagagli – Ci sono gestori di bagagli nella sala bagagli offerta per un, Questo è un servizio opzionale. Ti portano al corridoio di ricezione e si aspettano la mancia per fornire questo servizio.Come si entra dalla sala doganali è necessario mettere il vostro bagaglio attraverso una macchina a raggi x e quindi procedere al funzionario doganale presso la reception di fronte a voiDoganali chiaro indonesianoSi prega di notare: Hai il permesso 200 sigarette e 2 litri di alcol per adulto che entra in Indonesia.Come si esce dalla sala doganali si cammina attraverso la zona Duty-Free e fuori nel corridoio di ricezione.Se avete prenotato LUXE Private Car Service, il corridoio di ricezione è dove incontrerete il vostro chauffeur. Terrà in mano il cartello che ti abbiamo inviato via email nella conferma della prenotazione dell’auto LUXE insieme a te avrà il suo numero WhatsApp che ti abbiamo inviato.

Consigliamo agli ospiti di stipulare un’assicurazione di viaggio completa al momento della prenotazione per coprire:

Ferita & Malattia (compreso il rimpatrio)furto o smarrimento di bagagli e oggetti personaliCancellazione di voli e alloggi.

PORTATEVI CONTANTI:

Il tuo concierge LUXE è sempre disponibile per assisterti nel cambio valuta.ATM in Indonesia hanno un limite di denaro contante giornaliero. Il massimo che puoi ricevere è 3,000,000 IDR ogni giorno ma spesso è solo 1,500,000 -2,000,000 massimo.Consigliamo di portare USD, AUD o EURO con voi per integrare ciò che si prende fuori un bancomat.Si prega di notare sono necessarie nuove fatture non contrassegnate,Fatture della più grande denominazione ricevano un migliore tasso di cambio.È meglio cambiare i soldi in Indonesia un lodevole denaro scambiatore.Carta scrematura è diffusa in Indonesia quindi si consiglia di che utilizzi solo bancomat all’aeroporto o accanto a una banca reale con una guardia di sicurezza di fuori.

INFORMAZIONI SULLA CARTA DI CREDITO:

Molti ristoranti & le imprese non accettano carte di credito.Visto & MasterCard sono le due carte più accettate. American Express non disponibile in molti negozi & ristoranti.LUXE Villas Bali accetta American Express, Visto & MasterCard.Alcuni negozi & ristoranti a pagamento 3-5% commissione di servizio per l’utilizzo di una carta di credito (A LUXE noi non facciamo pagare una tassa di carta di credito)Ti consigliamo di che informare vostra banca e carta di credito le aziende del vostro viaggio, fornendo loro con il vostro programma di viaggio comprese le date e paesi che vi permetterà di visitare. Questo sarà molto utile con la tua carta di credito / carta di elaborazione in paesi stranieri.

Tutti gli alberghi hanno un 10% costi di servizio che è obbligatorio per legge di ospitalità indonesiana.Tutti i ristoranti di carica 5-10% servizio sulla bolletta.Le mance aggiuntive è fino a vostra discrezione e personali pratiche di ribaltamento.

Tutto Indonesia è 220 – 240 v.Tutte le prese elettriche sono due poli rotondi.Tutte le suite & ville dispongono di tipi di spine internazionali & tappi USB diretti.

: Informazioni – Arrivando in Indonesia – Deluxe Villas Bali

Che malattie si possono prendere a Bali?

Indonesia – 05 – Quali sono le malattie presenti nel paese? Quali sono i rischi reali?

  • Quali le malattie presenti e quali le pratiche preventive e le vaccinazioni da fare?
  • JAVA

In Indonesia, i viaggiatori possono rischiare il contagio con varie malattie infettive tra le quali la febbre dengue, la febbre tifoide, l’epatite A e B, l’encefalite giapponese e la rabbia, che sono endemiche del paese, La malaria è presente anche in alcune aree durante tutto l’anno, con il rischio più elevato a Sumba e Papua,

  • Inoltre, l’Indonesia è soggetta a malattie trasmesse per via fecale-orale, come la diarrea del viaggiatore, il colera, l’amebiasi e la shigellosi,
  • Si consiglia inoltre ai viaggiatori di prendere precauzioni contro le malattie emorragiche virali,
  • Si raccomanda ai viaggiatori di consultare i propri operatori sanitari o le cliniche di medicina di viaggio per consigli sulle vaccinazioni e la profilassi antimalarica,

BALI Bali è nota per avere un alto rischio di febbre dengue, che è una malattia simil-influenzale trasmessa dalle zanzare, La malaria è presente anche in alcune zone dell’Indonesia, tra cui Bali, ma il rischio è basso e si consiglia la profilassi, Anche la febbre tifoide e l’epatite A sono prevalenti e si consiglia ai viaggiatori di farsi vaccinare prima di recarsi a Bali,

Malattie trasmesse dalle zanzare come la chikungunya e il virus Zika sono presenti anche a Bali, secondo, Inoltre, i viaggiatori possono sperimentare malattie gastrointestinali come la diarrea del viaggiatore e la dissenteria a causa di cibo e acqua contaminati, I visitatori sono incoraggiati a prendere precauzioni per evitare le punture di zanzara e praticare abitudini alimentari e idriche sicure per prevenire le malattie.

Consultare un medico se i sintomi persistono è consigliato anche in caso di malattia. SUMATRA Secondo le informazioni fornite dal CDC e dall’OMS, i viaggiatori a Sumatra dovrebbero prendere precauzioni contro varie malattie infettive, tra cui febbre dengue, malaria, tifo e rabbia,

  • Il rischio di malaria a Sumatra è considerato da moderato ad alto e si raccomanda la profilassi antimalarica,
  • Inoltre, i visitatori di Sumatra possono incontrare altre malattie trasmesse dalle zanzare come la chikungunya e il virus Zika,
  • Si raccomanda ai viaggiatori di consultare i propri operatori sanitari o le cliniche di medicina di viaggio per consigli sulle vaccinazioni e la profilassi antimalarica prima di recarsi a Sumatra.

Anche le abitudini alimentari e idriche sicure e le precauzioni contro le punture di insetti dovrebbero essere praticate per prevenire le malattie. Sia l’OMS “Organizzazione Mondiale della Sanità” che i CDC americani “Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie” monitorano e segnalano costantemente le diverse malattie presenti in Indonesia.

  1. Malaria :
  2. La malaria, malattia causata dal Plasmodio, è trasmessa dalle zanzare Anopheles e rappresenta un grave problema di salute pubblica in molte delle isole indonesiane.
  3. Diarrea del viaggiatore :

La diarrea del viaggiatore è tra le malattie più comuni durante i soggiorni in Circa il 60% dei viaggiatori nel paese soffrono di queste fastidiose forme infettive intestinali. Può essere causata da vari agenti patogeni, tra cui batteri, virus e parassiti.

Potrebbe essere opportuno l’utilizzo di alcuni farmaci in prevenzione. Colera : Il colera è una malattia infettiva acuta, presente con diversi focolai in molte isole indonesiane. Sviluppatosi da tempo anche nelle grandi isole, si è diffuso a Jakarta, Sumatra, Java, Borneo, Selayari, ed altre parti del paese.

Si è sviluppata trasmessa attraverso acqua e cibo contaminati. Importante l’assunzione del vaccino orale per il colera / diarrea del viaggiatore prima di partire. HIV/AIDS : L’HIV/AIDS è un problema di salute pubblica nel paese. Secondo i CDC, il tasso di prevalenza dell’HIV in diverse isole Indonesiane è del 3,5%.

E’ importante fare attenzione ad i rapporti sessuali con diversi partner casuali ed è raccomandata la protezione e l’utilizzo del preservativo. Dengue e arbovirosi : diversi focolai di febbre emorragica dengue sono presenti nella maggior parte delle isole. In particolare nelle isole densamente popolate e nelle cittadine e villaggi.

Aumenta la presenza anche nelle aree interne delle isole. La dengue è una malattia virale trasmessa dalla puntura delle zanzare del genere Aedes. La malattia è molto diffusa nelle aree urbane. La prevenzione consiste nella attenzione alla puntura degli insetti ed alla protezione con repellenti.

  • Chikungunya :
  • Focolai epidemici di questa arbovirosi, simile alla dengue, si verificano sporadicamente in molte isole dell’arcipelago.
  • Tubercolosi (TB) :

La TB è un’altra malattia presente in alcune isole dell’arcipelago indonesianoS sviluppata in particolare nei villaggi e nei sobborghi della grande città. Presenta un alto tasso di mortalità. Rabbia : presenti casi diffusi nel paese in particolare in animali selvaggi.

Attenzione alle scimmie e ai pipistrelli. Opportuno valutare i rischi per eventuale pratica vaccinale. Neglected Tropical Diseases (NTD) : Le NTD sono un gruppo di malattie trascurate che colpiscono le persone che vivono in povertà e in aree rurali. In Indonesia, le NTD includono la filariosi linfatica, l’oncocercosi e la schistosomiasi.

: Indonesia – 05 – Quali sono le malattie presenti nel paese? Quali sono i rischi reali?

You might be interested:  Carbone Vegetale A Cosa Serve?

Quanto costa fare 10 giorni a Bali?

VADO IN VACANZA A BALI: dai 750 ai 1.000 euro a testa per 10 giorni (dormendo in resorts con piscina, mangiando in ristoranti carini e frequentando beach bar, partecipando a Tour ed escursioni con driver privato).

Quanto costa 7 giorni a Bali?

Informazioni sulla vacanza a Bali

Principali destinazioni (Flight+Hotel) 285 €
Vacanza in famiglia (volo+hotel) 263 €
Vacanza romantica (volo+hotel) 322 €
Vacanza di lusso (volo+hotel) 409 €
Vacanza economica (volo+hotel) 200 €

In quale zona alloggiare a Bali?

Ubud – Senza dubbio il posto migliore dove alloggiare a Bali è Ubud, favolosa cittadina e punto di partenza per visitare l’isola, i suoi templi e alcune delle principali attrazioni. Ubud è una tappa imperdibile durante un viaggio a Bali perfetta per visite culturali ed escursioni nella natura. Ubud è piena di negozietti, gallerie d’arte e ristoranti, ma è molto tranquilla, e la sera non troverete la stessa confusione che c’è a Kuta. Consiglio di passare almeno 4 giorni in questa splendida località. Una volta scelta Ubud come base per visitare Bali, dovrete decidere in quale hotel pernottare.

Ci sono un’infinità di sistemazioni: da economiche guest house ad antichi palazzi in stile balinese affacciati su campi di riso. Il centro del paese è costituito dalle due vie principali, Monkey Forest Road e Jl Raya Ubud, che si incrociano tra loro, dove è situata la maggior parte delle attività, negozi, agenzie, ristoranti ed hotel.

Le opzioni sono principalmente due:

La prima è quella di scegliere un hotel proprio nel centro di Ubud. In questo modo potrete godervi la cittadina, girando per negozi, ristoranti e visitando tutte le attrazioni del posto. La seconda opzione è alloggiare nei dintorni di Ubud, ci sono molti resort che offrono splendide capanne di lusso, con vista sulla foresta tropicale o sulle risaie. E’ la scelta più adatta per chi vuole isolarsi da tutto ed immergersi nella natura balinese.

Qual è il periodo più economico per andare a Bali?

I migliori consigli per trovare voli economici per Bali L’alta stagione corrisponde a gennaio, novembre e dicembre. Il mese più economico per volare dall’ l’Italia è maggio. Inserisci le date e l’aeroporto di partenza preferiti nel campo di ricerca qui sopra per accedere alle ultime offerte sui voli per Bali.

Quanto si spende per mangiare a Bali?

Pasti e svaghi – Anche per quanto riguarda il cibo, i costi dipendono, inevitabilmente, dal tipo di pietanze che si desidera mangiare e dal locale in sé. Il consiglio è quello di optare sempre per cibo orientale, quello di casa insomma, perché costa meno.

Quello occidentale, al quale siete per altro già abituati, costa molto di più (e per questo non ne vale la pena). Per un pranzo o una cena in una trattoria locale, con cibo tipico, di può mangiare lautamente con non più di 5 euro a testa. Se desiderate mangiare in un ristorante locale, ma più ricercato, i costi lievitano fino a 10 euro a testa per pasto completo.

Se invece desiderate comunque mangiare all’occidentale, quindi una pizza o una bistecca, i prezzi possono lievitare fino a 30 euro. Dopo cena volete concedervi qualcosa da bere in un locale serale? Tenete presente che la birra costa circa 4 euro, per una media (2 euro, invece, il costo di una piccola).

Quanto è sicura Bali?

Quali sono i rischi per la tua sicurezza a Bali? – 1 – Incidenti stradali Bisogna ammettere che le strade indonesiane sono pericolose in città e in campagna e i motivi sono tanti: il cattivissimo stato della carreggiata, un traffico molto difficile durante la stagione delle piogge, la presenza di animali e pedoni sulla strada, la densità del traffico, un comportamento irresponsabile al volante, la guida in stato di ebbrezza, il mancato rispetto del codice della strada.

La maggior parte degli incidenti riguarda le due ruote, il mezzo di trasporto preferito sull’isola, e pochi conducenti indossano le protezioni necessarie, come casco e guanti. Se desideri utilizzare un motorino o una moto, assicurati di indossare il casco, che tu sia conducente o passeggero. Insisti con la società di noleggio affinché te ne fornisca uno (o due).

Rimani sempre attento e ricordati che in Indonesia la guida è a sinistra,2 – Rischi naturali Situata sulla cintura di fuoco del Pacifico, una zona caratterizzata da numerosi terremoti, Bali è anche un’isola vulcanica colpita da forti temporali durante la stagione delle piogge,

  • Come il resto dell’Indonesia, che si trova all’incrocio di diverse placche tettoniche, Bali è soggetta a disastri naturali: eruzioni vulcaniche, terremoti, tsunami, inondazioni, frane.
  • Nota Bene Colpita molto pesantemente, nel dicembre 2004, da uno tsunami provocato da un potente terremoto, l’Indonesia è ancora segnata da questo disastro, che ha causato più di 160.000 vittime nell’arcipelago.

Da allora, il governo e la Balinese Hotel Association (BHA) hanno istituito un sistema di allerta e un protocollo di evacuazione da seguire in caso di disastro. Chiedi al tuo alloggio o all’ufficio turistico informazioni sulla procedura da seguire e sui luoghi dove recarsi (zone gialle) per essere sicuri.3 – Registrati su Dove Siamo nel Mondo Questo servizio gratuito del Ministero degli Affari Esteri, ti permette di segnalare la tua presenza in Indonesia e informa via e-mail o SMS non appena la situazione di sicurezza locale lo richiede.4 – Rischio di attentati a Bali La minaccia terroristica in Indonesia esiste.

La Farnesina precisa che ” le Autorità indonesiane mantengono alto il livello di allerta, anche in relazione al progressivo rientro in patria di “foreign fighters” indonesiani radicalizzati nei teatri di conflitto mediorientali, e hanno rafforzato le misure di sicurezza a prevenzione di eventuali ulteriori iniziative da parte di gruppi terroristici.

” Sul sito Viaggiare Sicuri si consiglia ” particolare cautela ” in luoghi molto frequentati o in coincidenza ” con ricorrenze, festività civili/religiose e particolari periodi dell’anno “. Rispettare le istruzioni di sicurezza delle autorità locali.5 – Incidenti legati alle attività del tempo libero

  • Nuoto e surf : le correnti sono molto forti e solo alcune rare spiagge sono sorvegliate. Non nuotare vicino a corsi d’acqua che sfociano nel mare; l’acqua può essere contaminata, soprattutto dopo le piogge.
  • snorkeling e immersioni : attenzione a non tagliarsi sui coralli, le ferite possono infettarsi rapidamente. Non esitare a consultare un medico se l’eventuale ferita impiega del tempo a guarire. Se hai intenzione di praticare del diving o un’altra attività sportiva, scegli un centro di immersione che goda di buona reputazione e che sia raccomandato dall’ufficio turistico. Gli standard di sicurezza non sono gli stessi che in Europa e la richiesta turistica è così alta che la qualità proposta non è sempre all’altezza.

6 – Delinquenza e truffe

Le rapine e i borseggiatori non sono rari, soprattutto in luoghi molto turistici.

I nostri consigli: * lascia i tuoi oggetti di valore al sicuro nella cassaforte alla reception del tuo hotel (nei piccoli hotel è meglio non utilizzare la cassaforte della tua camera perché i furti sono comuni anche in stanza) * non usare il cellulare per strada e porta solo il minimo indispensabile in spiaggia

Truffe di ogni genere: * Fai attenzione ai falsi bancomat che sembrano veri! La tua carta verrà mangiata dal falso bancomat prima di essere utilizzata in modo fraudolento. * Preleva denaro solo dagli sportelli automatici situati all’interno delle banche * Non salire su taxi non autorizzati e chiedi subito all’autista di attivare il tassametro. *Per una maggiore sicurezza, si consiglia di utilizzare i taxi Bluebird, riconoscibili dal logo sulla porta (un uccellino su sfondo blu) o un’app come Gojek o Grab, Buono a sapersi: Uber non opera più in Indonesia.

7 – La sicurezza per le donne che viaggiano da sole Bali è una destinazione decisamente sicura. Ma le molestie di strada esistono. Inoltre, fai attenzione agli estranei che si avvicinano in spiaggia o in un bar. Alcuni potrebbero rivelarsi delle invadenti escort e cercare soprattutto di scambiare i loro favori sessuali con denaro.

Quanto costa un taxi a Bali?

Quanto costa una corsa in taxi a Bali? – A Bali i taxi applicano una tariffa di base che rimane invariata sia di giorno che di notte. La tariffa di base è 0,44 € (7.000 IDR) e il supplemento a chilometro è 0,47 € (7.525 IDR). In media una corsa in taxi a Bali costa 2,66 € (42.500 IDR), il prezzo esatto viene, però, determinato dalla distanza, dall’intensità del traffico e dal numero dei passeggeri.

Dove conviene partire per Bali?

Come risparmiare – Se volete risparmiare, l’opzione migliore è realizzare almeno due scali. Qualsiasi cosa scegliate, potrete approfittarne per visitare le città dove vi fermerete, tra cui Monaco, Hong Kong o Amsterdam, alcune delle nostre destinazioni preferite.

Cosa non mangiare e bere a Bali?

La salute in viaggio è uno degli aspetti più importanti e da non sottovalutare, specialmente se viaggiamo in paesi lontani e molto differenti dal nostro, come l’Indonesia. In questa sezione esaminerò i seguenti malesseri e inconvenienti, per darvi dei semplici spunti che non intendono sostituirsi ad una consulenza medica vera e propria.

  • Durante il viaggio si entra in contatto con nuovi ambienti che spesso presentano caratteristiche molto diverse da quelle di partenza.
  • Il fuso orario, l’eventuale insonnia, la stanchezza, le condizioni climatiche e igieniche differenti possono abbassare le nostre difese immunitarie e creare disagi per la salute, evitabili con delle semplici precauzioni.

Innanzitutto è buona norma portare con sé dei farmaci base per la cura e la prevenzione dei malesseri più comuni. Poi informarsi sulla possibilità di approvvigionarsi in loco di medicinali, tramite la presenza di farmacie. Come trovare farmacie e ospedali in Indonesia? Nei luoghi più turistici, come Bali, le farmacie si trovano ad ogni angolo di strada e sono rifornite come un qualsiasi punto vendita del mondo occidentale.

  • Le riconoscerete facilmente cercando le insegne con su scritto apotek.
  • Lo stesso può dirsi delle città come Jakarta, Bandung, Surabaya e Yogyakarta.
  • Il franchising della Guardian Pharmacy è probabilmente il più conosciuto.
  • I negozi di questa catena offrono una vasta gamma di prodotti tra cui articoli sanitari, saponi, repellenti per insetti, forniture di primo soccorso, medicinali, shampoo e balsami, creme per viso e corpo, spazzolini da denti e dentifricio, creme solari e persino alcuni souvenir.

Kimia Farma e Watson sono altre catene farmaceutiche affidabili e ben fornite. Oltre alle farmacie, anche alcuni negozi di alimentari e tutti i supermercati offrono articoli di pronto soccorso come compresse per il mal di testa, per il raffreddore e l’influenza, cerotti, bende, termometri, fermenti lattici e bevande sportive per aiutare la reidratazione.

  • Per quanto riguarda gli ospedali, in Indonesia esistono strutture sia per i locali che per i pazienti internazionali, in cui si parla la lingua inglese.
  • Ricordatevi che se avete stipulato un’assicurazione sanitaria (cosa che vi consiglio assolutamente: vedi l’articolo sulle Assicurazioni ), prima di intraprendere qualsiasi azione dovete contattare il servizio clienti,

Saranno loro a mettervi in contatto telefonico con un medico o a indirizzarvi verso la struttura sanitaria convenzionata. Cosa Vedere A Bali Ecco come si presenta una farmacia internazionale Quali sono i malesseri più comuni in cui ci si può imbattare come viaggiatore in Indonesia? Quando si attraversano molti fusi orari si ha un’alterazione dei ritmi biologici dell’organismo che si può manifestare con insonnia, emicrania, stanchezza, malessere, inappetenza ovvero “jet lag”, la sindrome dei fusi orari.

  • Questi disturbi si verificano più frequentemente per i viaggi verso est.
  • PRIMA DELLA PARTENZA La lotta contro il jet lag può iniziare prima della partenza vera e propria, mettendo in atto dei semplici accorgimenti.
  • Ad esempio, se si viaggia verso est come nel caso dell’Italia verso l’Indonesia, nei due giorni precedenti la partenza è utile andare a letto prima del solito.

DURANTE IL VIAGGIO Il mio consiglio è quello di prepararsi al lungo viaggio aereo portando con sé tutto il necessario che possa garantirci un buon riposo. Vestiti comodi, la mascherina per gli occhi, i tappi per le orecchie o le cuffie, il sostegno per il collo, il poggiapiedi gonfiabile.

  • Poi è opportuno mantenere un’idratazione costante attraverso il consumo di frutta fresca e l’assunzione di liquidi, esclusi caffè e bevande gassate.
  • Una sana abitudine è anche quella di fare delle passeggiate a bordo del velivolo e mettere in pratica i piccoli esercizi per le braccia, le gambe e i piedi.

ALL’ARRIVO All’arrivo è opportuno attenersi al nuovo programma di sonno e andare a dormire in base all’ora locale. Se si arriva la sera meglio riposarsi e cercare di dormire, se si arriva il giorno fare una passeggiata all’aria aperta. Ci vorrà un pò di tempo per riprendersi del tutto: viaggiare verso est può richiedere 1 giorno intero di stabilizzazione per ogni fuso orario attraversato.

Quindi i primi giorni in Indonesia dovrebbero prevedere un programma leggero. Altri consigli utili sono quelli di fare una doccia o un bagno rilassante, mantenersi idratati ed esporsi alla luce solare, limitare l’assunzione di bevande alcoliche e caffeina e mangiare leggero. In alcuni casi l’assunzione di melatonina un’ora prima di coricarsi, per le prime notti dopo l’arrivo, può dare giovamento anche se la sua reale efficacia è ancora oggetto di studio.

La mia selezione di prodotti Amazon per gestire il viaggio e il jet-lag: Il colpo di calore è dovuto ad un aumento della temperatura corporea per effetto del clima molto caldo e umido. Si differenzia dal colpo di sole che è causato dall’esposizione diretta ai raggi solari e può associarsi a scottature.

Il colpo di calore si manifesta con cute calda, volto arrossato, senso di vertigine, irritabilità, confusione mentale. I bambini e gli anziani sono a maggior rischio, attenzione anche a chi fa intensa attività fisica in presenza di elevate temperature. In caso di colpo di calore, bisogna posizionare la persona all’ombra e al fresco (non sotto l’ombrellone o la tenda) con la testa in alto, far bere bevande non fredde, spruzzare sul corpo acqua tiepida (non fredda perché ostacolerebbe la dispersione del calore) e applicare spugnature fresche sulla fronte.

Se i sintomi peggiorano occorre richiedere l’intervento medico.3. La diarrea del viaggiatore e il “Bali Belly” La diarrea del viaggiatore che nell’isola di Bali viene comunemente chiamata ‘ Bali Belly ‘, può colpire fino al 70% dei viaggiatori. In genere la diarrea del viaggiatore è una malattia lieve anche se fastidiosa e tende a risolversi spontaneamente.

  1. Nonostante tutto, il Bali Belly può comunque portare a disidratazione, quindi è necessario agire non appena arrivano i sintomi.
  2. I sintomi classici generalmente includono: gonfiore addominale, crampi e dolore, nausea e/o vomito, diarrea, febbre lieve, debolezza generale o disagio.
  3. Per prevenire il Bali Belly è necessario seguire scrupolosamente le norme igieniche : lavare spesso le mani, prima di mangiare e dopo aver utilizzato i servizi igienici, bere acqua minerale sigillata e lavare i denti con l’acqua minerale.
You might be interested:  Acidi Urici Cosa Non Mangiare?

Evitare il ghiaccio, i frutti di mare crudi, la carne e il pesce poco cotti, le creme e i dessert artigianali, la verdura cruda e la frutta già sbucciata. Se, nonostante tutte le precauzioni igieniche, il Bali Belly vi colpisce inesorabilmente, ecco come comportarvi per lenire il disturbo.

REIDRATARSI: anche nei casi lievi, la prima cosa da fare è reidratarsi nel più breve tempo possibile con soluzioni a base di sali minerali sciolte in acqua potabile e bevute a volontà. SEGUIRE UNA DIETA LEGGERA: la seconda cosa da fare è osservare una dieta a base di riso in bianco, patate, carote, carni bianche di pollo e pesce bollite o al vapore, senza condimenti e spezie. Frutta come mele e banane. Snack solidi come toast, gallette e cracker. Evitare quindi: grassi e cibo fritto, cibo piccante, alcool, caffè, bevande gasate oppure molto calde o molto fredde, tutti i prodotti lattiero-caseari tranne lo yogurt e il fumo eccessivo. AIUTI NATURALI: può aiutare l’assunzione di fermenti lattici e di compresse di carbone vegetale disponibile su Amazon QUI (si trovano comunque entrambi anche nelle farmacie sul posto). Se si associa la nausea, può essere un palliativo masticare caramelle allo zenzero o alla menta piperita.

Se i sintomi peggiorano e il Bali Belly produce grave disidratazione o debilitazione, si deve consultare un medico, Cosa Vedere A Bali Anche il latte di cocco fresco e la mela, sono efficaci in caso di Bali Belly La febbre è un aumento della temperatura corporea oltre i 37,5°C ascellari che può riconoscere diverse cause tra le quali le infezioni da virus o batteri. In caso di febbre in viaggio, è importante bere per ripristinare le scorte di liquidi dell’organismo, mangiare cibi semplici e digeribili e restare a riposo.

se state visitando o se avete visitato una zona malarica e compare febbre dopo almeno 7 giorni occorre recarsi con urgenza (entro 24 ore) in un centro sanitario per fare il test della malaria. se compare febbre dopo il rientro dal viaggio, anche a distanza di mesi, rivolgersi prontamente al proprio medico o in ospedale riferendo con precisione il viaggio e le zone visitate.

5. Le malattie trasmesse da zanzare Per ridurre al minimo il rischio di punture di zanzara, è opportuna un’adeguata prevenzione, da mettere in pratica con i giusti repellenti. Vi rimando all’articolo: ANTIZANZARE PER I PAESI TROPICALI. Cosa Vedere A Bali Ghiaccio sintetico, la zanzariera a trama fitta e i repellenti 6. Morsi di animali e insetti In Indonesia è possibile entrare in contatto con animali selvatici, Il mio consiglio generale è quello di avere un atteggiamento cauto per prevenire spiacevoli problemi. Quindi:

Evitare incontri troppo ravvicinati o movimenti bruschi Evitare di portare con sé del cibo in caso di visite ai siti naturali come la Monkey Forest. Vestirsi con un abbigliamento adeguato. In caso di escursioni in aree selvagge è consigliato indossare pantaloni, camicie a maniche lunghe e scarpe chiuse e seguire sempre i consigli di una guida esperta. Per le escursioni in aree con presenza di mante stingray, è consigliato indossare delle scarpe protettive sulle rive delle spiagge. Per evitare inaspettate punture di insetti bisogna fare attenzione a non camminare scalzi durante la notte, controllare sempre le scarpe prima di indossarle, fare uso di insetticidi nelle zone sospette e sigillare la spazzatura. In Indonesia c’è anche la possibilità di venire a contatto con i serpenti, a Bali c’è la pattuglia di Ron Lilley, un esperto nel riconoscere le tipologie di serpenti e fornire supporto. A titolo di conoscenza personale, può tornarvi utile seguire la sua pagina Facebook: Ron Lilley’s Bali Snake Patrol,

Cosa devo fare se un animale selvatico o un insetto mi mordono? Se si viene morsi da un animale selvatico, come una scimmia, bisogna subito contattare l’assicurazione sanitaria e recarsi al pronto soccorso per la medicazione e l’eventuale somministrazione di terapia anti-rabbica.

  1. Se si viene morsi da un serpente, bisogna chiedere aiuto medico al più presto per limitarne gli effetti nocivi.
  2. Il primo trattamento delle punture di insetti come scorpioni e ragni è il controllo del dolore locale con l’applicazione di ghiaccio per 30 minuti, ponendo un pezzo di stoffa tra il ghiaccio e la pelle; sono anche utili gli anti infiammatori orali.

La persona che è stata punta va subito trasportata in una struttura sanitaria, soprattutto se i sintomi peggiorano. In caso di contatto urticante con medusa occorre sciacquare ripetutamente la pelle con acqua di mare per asportare ogni eventuale residuo di tentacolo, aiutandosi se necessario con delle pinzette.

  • Se possibile fare impacchi con acqua calda a 42°C o con ghiaccio.
  • Non massaggiare, non apporre bendaggi e non utilizzare ammoniaca.
  • L’utilizzo di un gel a base di cloruro di alluminio può alleviare il bruciore.
  • In caso di comparsa di una reazione cutanea estesa, di difficoltà respiratoria o di altri sintomi è necessario richiedere immediatamente l’intervento sanitario.

Hai un amico che ha in programma un viaggio in Indonesia? Condividi con lui questo articolo importante che potrebbe aiutarlo a non incorrere in problemi una volta sul posto! Prosegui la lettura con altri articoli utili: Le informazioni contenute nel sito non intendono sostituire i pareri, i consigli, le indicazioni e le terapie fornite da medici o previste dalle strutture sanitarie riconosciute.

In che lingua si parla a Bali?

La lingua ufficiale di Bali è il bahasa indonesia, conosciuto come indonesiano, anche se si usa insieme al balinese. La maggior parte degli abitanti, però, parla inglese, in particolar modo in hotel, negozi e ristoranti. Ecco alcune parole ed espressioni utili per comunicare a Bali.

Come conviene pagare a Bali?

Carte di credito e soldi in contanti – Anche se le carte di credito sono generalmente accettate, nella maggior parte dei e delle, per comprare nei mercatini, pagare il taxi o mangiare in zone rurali, avrete bisogno di pagare in contanti, Per evitare cambi esagerati, è sempre meglio pagare in moneta locale,

A cosa stare attenti in Indonesia?

Pericoli in Indonesia : Criminalità – L’Indonesia ha un tasso di criminalità e microcriminalità abbastanza basso. In generale è un paese sicuro, ma è sempre bene osservare le precauzioni basiche e leggere le schede su viaggiare sicuri. Nelle zone più turistiche di Bali possono verificarsi episodi di borseggio, i più frequenti sono quelli ai danni di cellulare o borsa.

  • Qua come in tutto il mondo occorre prestare qualche piccola attenzione.
  • Non lasciare portafoglio o telefonino incustoditi, chiudere sempre a chiave la stanza della tua camera.
  • Evitare di ostentare oggetti di lusso, ma soprattutto non andare in scooter alla ricerca di strade o siti con il cellulare in mano.

Viaggiare nelle aree remote del paese è sicuro, ma è necessario avere un grande spirito di adattabilità

Come proteggersi dalle zanzare a Bali?

Antizanzare per Bali e per l’Indonesia: quali scegliere e quali sono le aree a rischio! Cosa Vedere A Bali Un aspetto da valutare con attenzione prima di partire per il vostro viaggio a Bali e in Indonesia è la prevenzione delle punture di insetti e l’acquisto di un buon repellente per i paesi tropicali, adeguato all’area che andrete a visitare. Prima di passare all’analisi dei migliori repellenti, vediamo insieme i consigli utili per la prevenzione,4 modi per difendersi dal rischio di punture:

  1. Evitare l’uso di profumi (potrebbero attirare gli insetti) e utilizzare un abbigliamento adeguato in caso di escursioni in zone selvagge: pantaloni lunghi e camicie a maniche lunga.
  2. Dormire preferibilmente in stanze dotate di aria condizionata o in mancanza di questa di zanzariere alle finestre, curando che queste siano tenute in ordine e ben chiuse. In alternativa usare le zanzariere sopra il letto, rimboccando i margini sotto il materasso, verificando che nessuna zanzara sia rimasta all’interno. È molto utile impregnare le zanzariere con insetticidi a base di permetrina.
  3. Spruzzare un insetticida a base di piretro e di permetrina nelle stanze. Come spray insetticida per gli ambienti e i tessuti, noi usiamo il, un antiparassitario a base di permetrina attivo nei confronti di una molteplicità di insetti. Il Bio Kill può essere spruzzato anche sui vestiti prima di partire in quanto protegge senza lasciare alcuna traccia evidente e resiste ai lavaggi dalle 3 alle 6 settimane.
  4. Utilizzare un repellente antizanzare specifico per i paesi tropicali.

Come scegliere l’antizanzare per i paesi tropicali? Per scegliere dei buoni antizanzare per i paesi tropicali dovete innanzitutto controllare che le confezioni dei prodotti riportino la dicitura: ‘ Presidio Medico Chirurgico ‘ e che abbiano come principio attivo il Deet oppure il KBR 3032 conosciuto anche come Icaridina, meno aggressivo del Deet ma efficace nel respingere le zanzare portatrici di Dengue.

  • Le percentuali di principio attivo presenti nei repellenti sono variabili e vanno scelte in base alla vostra destinazione in Indonesia.
  • Per i luoghi a rischio malaria è consigliata una percentuale di deet a apartire dal 50%.
  • Un prodotto con queste caratteristiche è il Jungle Formula Molto Forte (con 50% di deet).

Per le zone NON a rischio malaria esistono prodotti più blandi. Come la serie proposta da, Oppure i prodotti della Autan con formulazioni più basse di deet come l’ Autan Tropical Spray Secco (con deet al 25%), l’, l’ e l’ Autan Tropical Vapo (con 20% di Icaridina).

  1. Acquistare un antizanzare per i paesi tropicali sul posto Un’alternativa valida è acquistare i prodotti antizanzare direttamente sul posto.
  2. In Indonesia i repellenti sono formulati in modo specifico per le esigenze locali e sono disponibili in vendita anche nei mini market come la Indomaret a prezzi molto contenuti oppure nelle catene famaceutiche ( apotek ) come la Kimia Farma o la Guardian Pharmacy,

Controllate sempre la presenza e la percentuale di deet o icaridina e la presenza della dicitura ‘ Anti Demam Berdarah ‘ ovvero ‘contro le zanzare delle Dengue’. Alcuni spray che potete trovare in loco hanno in aggiunta un mix di essenze naturali con ottimi poteri repellenti e anti settici come l’olio di kayu putih, un principio attivo della famiglia della melaleuca, dal caratteristico odore di eucalipto mentolato.

La mia selezione dei migliori prodotti antizanzare su Amazon: Scegliere l’antizanzare per i bambini Per chi viaggia con i bambini è più che mai importante affidarsi a degli ottimi antizanzare per paesi tropicali. Tuttavia, a causa della maggiore sensibilità, alcuni repellenti descritti nel capitolo precedente non sono adeguati per neonati e bambini piccoli, per i quali occorre procurarsi prodotti specifici,

Il repellente (a base di Icaridina) è indicato dalla casa produttrice come idoneo per i bambini dai 3 anni in su. Altri aiuti per i bambini al di sopra dei 3 anni possono essere le salviette umidificate con i repellenti o i cerottini da applicare sui vestiti o sul lettino (come quelli della ).

Per i bambini al di sotto dei 3 anni, esistono in commercio degli spray naturali che non hanno un’efficacia pari agli spray sopracitati ma che possono comunque fornire un aiuto. Fra queste il Citrodiol è una delle sostanze più indicate per i bambini dai 3 mesi ai 2 anni di età, con percentuali dal 30 al 50%.

In questo caso è più che mai importante affidarsi ad altre risorse come le zanzariere o l’aria condizionata in camera di notte. La mia selezione dei migliori prodotti antizanzare su Amazon: Niente panico! Ovviamento solo una piccolissima parte delle zanzare sono infette e portatrici di contagio.

  • In caso di dolore intenso, nella zona della puntura, il ghiaccio può portare sollievo. L’utilizzo di a base di cloruro di alluminio ha un effetto anti prurito immediato.
  • Attenzione: in caso di sospetta dengue devono essere evitati i farmaci antipiretici a base di acido acetilsalicilico (es. aspirina) perché potrebbero favorire le emorragie.

Altri articoli che potrebbero interessarti: Le informazioni contenute nel sito non intendono sostituire i pareri, i consigli, le indicazioni e le terapie fornite da medici o previste dalle strutture sanitarie riconosciute. Pertanto, le informazioni fornite sono riportate per integrare, e non per sostituire, la relazione tra l’utente e il suo medico.

Come non stare male a Bali?

La salute in viaggio è uno degli aspetti più importanti e da non sottovalutare, specialmente se viaggiamo in paesi lontani e molto differenti dal nostro, come l’Indonesia. In questa sezione esaminerò i seguenti malesseri e inconvenienti, per darvi dei semplici spunti che non intendono sostituirsi ad una consulenza medica vera e propria.

  1. Durante il viaggio si entra in contatto con nuovi ambienti che spesso presentano caratteristiche molto diverse da quelle di partenza.
  2. Il fuso orario, l’eventuale insonnia, la stanchezza, le condizioni climatiche e igieniche differenti possono abbassare le nostre difese immunitarie e creare disagi per la salute, evitabili con delle semplici precauzioni.

Innanzitutto è buona norma portare con sé dei farmaci base per la cura e la prevenzione dei malesseri più comuni. Poi informarsi sulla possibilità di approvvigionarsi in loco di medicinali, tramite la presenza di farmacie. Come trovare farmacie e ospedali in Indonesia? Nei luoghi più turistici, come Bali, le farmacie si trovano ad ogni angolo di strada e sono rifornite come un qualsiasi punto vendita del mondo occidentale.

Le riconoscerete facilmente cercando le insegne con su scritto apotek. Lo stesso può dirsi delle città come Jakarta, Bandung, Surabaya e Yogyakarta. Il franchising della Guardian Pharmacy è probabilmente il più conosciuto. I negozi di questa catena offrono una vasta gamma di prodotti tra cui articoli sanitari, saponi, repellenti per insetti, forniture di primo soccorso, medicinali, shampoo e balsami, creme per viso e corpo, spazzolini da denti e dentifricio, creme solari e persino alcuni souvenir.

Kimia Farma e Watson sono altre catene farmaceutiche affidabili e ben fornite. Oltre alle farmacie, anche alcuni negozi di alimentari e tutti i supermercati offrono articoli di pronto soccorso come compresse per il mal di testa, per il raffreddore e l’influenza, cerotti, bende, termometri, fermenti lattici e bevande sportive per aiutare la reidratazione.

  • Per quanto riguarda gli ospedali, in Indonesia esistono strutture sia per i locali che per i pazienti internazionali, in cui si parla la lingua inglese.
  • Ricordatevi che se avete stipulato un’assicurazione sanitaria (cosa che vi consiglio assolutamente: vedi l’articolo sulle Assicurazioni ), prima di intraprendere qualsiasi azione dovete contattare il servizio clienti,

Saranno loro a mettervi in contatto telefonico con un medico o a indirizzarvi verso la struttura sanitaria convenzionata. Cosa Vedere A Bali Ecco come si presenta una farmacia internazionale Quali sono i malesseri più comuni in cui ci si può imbattare come viaggiatore in Indonesia? Quando si attraversano molti fusi orari si ha un’alterazione dei ritmi biologici dell’organismo che si può manifestare con insonnia, emicrania, stanchezza, malessere, inappetenza ovvero “jet lag”, la sindrome dei fusi orari.

Questi disturbi si verificano più frequentemente per i viaggi verso est. PRIMA DELLA PARTENZA La lotta contro il jet lag può iniziare prima della partenza vera e propria, mettendo in atto dei semplici accorgimenti. Ad esempio, se si viaggia verso est come nel caso dell’Italia verso l’Indonesia, nei due giorni precedenti la partenza è utile andare a letto prima del solito.

DURANTE IL VIAGGIO Il mio consiglio è quello di prepararsi al lungo viaggio aereo portando con sé tutto il necessario che possa garantirci un buon riposo. Vestiti comodi, la mascherina per gli occhi, i tappi per le orecchie o le cuffie, il sostegno per il collo, il poggiapiedi gonfiabile.

You might be interested:  Ketoprofene A Cosa Serve?

Poi è opportuno mantenere un’idratazione costante attraverso il consumo di frutta fresca e l’assunzione di liquidi, esclusi caffè e bevande gassate. Una sana abitudine è anche quella di fare delle passeggiate a bordo del velivolo e mettere in pratica i piccoli esercizi per le braccia, le gambe e i piedi.

ALL’ARRIVO All’arrivo è opportuno attenersi al nuovo programma di sonno e andare a dormire in base all’ora locale. Se si arriva la sera meglio riposarsi e cercare di dormire, se si arriva il giorno fare una passeggiata all’aria aperta. Ci vorrà un pò di tempo per riprendersi del tutto: viaggiare verso est può richiedere 1 giorno intero di stabilizzazione per ogni fuso orario attraversato.

  1. Quindi i primi giorni in Indonesia dovrebbero prevedere un programma leggero.
  2. Altri consigli utili sono quelli di fare una doccia o un bagno rilassante, mantenersi idratati ed esporsi alla luce solare, limitare l’assunzione di bevande alcoliche e caffeina e mangiare leggero.
  3. In alcuni casi l’assunzione di melatonina un’ora prima di coricarsi, per le prime notti dopo l’arrivo, può dare giovamento anche se la sua reale efficacia è ancora oggetto di studio.

La mia selezione di prodotti Amazon per gestire il viaggio e il jet-lag: Il colpo di calore è dovuto ad un aumento della temperatura corporea per effetto del clima molto caldo e umido. Si differenzia dal colpo di sole che è causato dall’esposizione diretta ai raggi solari e può associarsi a scottature.

Il colpo di calore si manifesta con cute calda, volto arrossato, senso di vertigine, irritabilità, confusione mentale. I bambini e gli anziani sono a maggior rischio, attenzione anche a chi fa intensa attività fisica in presenza di elevate temperature. In caso di colpo di calore, bisogna posizionare la persona all’ombra e al fresco (non sotto l’ombrellone o la tenda) con la testa in alto, far bere bevande non fredde, spruzzare sul corpo acqua tiepida (non fredda perché ostacolerebbe la dispersione del calore) e applicare spugnature fresche sulla fronte.

Se i sintomi peggiorano occorre richiedere l’intervento medico.3. La diarrea del viaggiatore e il “Bali Belly” La diarrea del viaggiatore che nell’isola di Bali viene comunemente chiamata ‘ Bali Belly ‘, può colpire fino al 70% dei viaggiatori. In genere la diarrea del viaggiatore è una malattia lieve anche se fastidiosa e tende a risolversi spontaneamente.

  1. Nonostante tutto, il Bali Belly può comunque portare a disidratazione, quindi è necessario agire non appena arrivano i sintomi.
  2. I sintomi classici generalmente includono: gonfiore addominale, crampi e dolore, nausea e/o vomito, diarrea, febbre lieve, debolezza generale o disagio.
  3. Per prevenire il Bali Belly è necessario seguire scrupolosamente le norme igieniche : lavare spesso le mani, prima di mangiare e dopo aver utilizzato i servizi igienici, bere acqua minerale sigillata e lavare i denti con l’acqua minerale.

Evitare il ghiaccio, i frutti di mare crudi, la carne e il pesce poco cotti, le creme e i dessert artigianali, la verdura cruda e la frutta già sbucciata. Se, nonostante tutte le precauzioni igieniche, il Bali Belly vi colpisce inesorabilmente, ecco come comportarvi per lenire il disturbo.

REIDRATARSI: anche nei casi lievi, la prima cosa da fare è reidratarsi nel più breve tempo possibile con soluzioni a base di sali minerali sciolte in acqua potabile e bevute a volontà. SEGUIRE UNA DIETA LEGGERA: la seconda cosa da fare è osservare una dieta a base di riso in bianco, patate, carote, carni bianche di pollo e pesce bollite o al vapore, senza condimenti e spezie. Frutta come mele e banane. Snack solidi come toast, gallette e cracker. Evitare quindi: grassi e cibo fritto, cibo piccante, alcool, caffè, bevande gasate oppure molto calde o molto fredde, tutti i prodotti lattiero-caseari tranne lo yogurt e il fumo eccessivo. AIUTI NATURALI: può aiutare l’assunzione di fermenti lattici e di compresse di carbone vegetale disponibile su Amazon QUI (si trovano comunque entrambi anche nelle farmacie sul posto). Se si associa la nausea, può essere un palliativo masticare caramelle allo zenzero o alla menta piperita.

Se i sintomi peggiorano e il Bali Belly produce grave disidratazione o debilitazione, si deve consultare un medico, Cosa Vedere A Bali Anche il latte di cocco fresco e la mela, sono efficaci in caso di Bali Belly La febbre è un aumento della temperatura corporea oltre i 37,5°C ascellari che può riconoscere diverse cause tra le quali le infezioni da virus o batteri. In caso di febbre in viaggio, è importante bere per ripristinare le scorte di liquidi dell’organismo, mangiare cibi semplici e digeribili e restare a riposo.

se state visitando o se avete visitato una zona malarica e compare febbre dopo almeno 7 giorni occorre recarsi con urgenza (entro 24 ore) in un centro sanitario per fare il test della malaria. se compare febbre dopo il rientro dal viaggio, anche a distanza di mesi, rivolgersi prontamente al proprio medico o in ospedale riferendo con precisione il viaggio e le zone visitate.

5. Le malattie trasmesse da zanzare Per ridurre al minimo il rischio di punture di zanzara, è opportuna un’adeguata prevenzione, da mettere in pratica con i giusti repellenti. Vi rimando all’articolo: ANTIZANZARE PER I PAESI TROPICALI. Cosa Vedere A Bali Ghiaccio sintetico, la zanzariera a trama fitta e i repellenti 6. Morsi di animali e insetti In Indonesia è possibile entrare in contatto con animali selvatici, Il mio consiglio generale è quello di avere un atteggiamento cauto per prevenire spiacevoli problemi. Quindi:

Evitare incontri troppo ravvicinati o movimenti bruschi Evitare di portare con sé del cibo in caso di visite ai siti naturali come la Monkey Forest. Vestirsi con un abbigliamento adeguato. In caso di escursioni in aree selvagge è consigliato indossare pantaloni, camicie a maniche lunghe e scarpe chiuse e seguire sempre i consigli di una guida esperta. Per le escursioni in aree con presenza di mante stingray, è consigliato indossare delle scarpe protettive sulle rive delle spiagge. Per evitare inaspettate punture di insetti bisogna fare attenzione a non camminare scalzi durante la notte, controllare sempre le scarpe prima di indossarle, fare uso di insetticidi nelle zone sospette e sigillare la spazzatura. In Indonesia c’è anche la possibilità di venire a contatto con i serpenti, a Bali c’è la pattuglia di Ron Lilley, un esperto nel riconoscere le tipologie di serpenti e fornire supporto. A titolo di conoscenza personale, può tornarvi utile seguire la sua pagina Facebook: Ron Lilley’s Bali Snake Patrol,

Cosa devo fare se un animale selvatico o un insetto mi mordono? Se si viene morsi da un animale selvatico, come una scimmia, bisogna subito contattare l’assicurazione sanitaria e recarsi al pronto soccorso per la medicazione e l’eventuale somministrazione di terapia anti-rabbica.

Se si viene morsi da un serpente, bisogna chiedere aiuto medico al più presto per limitarne gli effetti nocivi. Il primo trattamento delle punture di insetti come scorpioni e ragni è il controllo del dolore locale con l’applicazione di ghiaccio per 30 minuti, ponendo un pezzo di stoffa tra il ghiaccio e la pelle; sono anche utili gli anti infiammatori orali.

La persona che è stata punta va subito trasportata in una struttura sanitaria, soprattutto se i sintomi peggiorano. In caso di contatto urticante con medusa occorre sciacquare ripetutamente la pelle con acqua di mare per asportare ogni eventuale residuo di tentacolo, aiutandosi se necessario con delle pinzette.

  1. Se possibile fare impacchi con acqua calda a 42°C o con ghiaccio.
  2. Non massaggiare, non apporre bendaggi e non utilizzare ammoniaca.
  3. L’utilizzo di un gel a base di cloruro di alluminio può alleviare il bruciore.
  4. In caso di comparsa di una reazione cutanea estesa, di difficoltà respiratoria o di altri sintomi è necessario richiedere immediatamente l’intervento sanitario.

Hai un amico che ha in programma un viaggio in Indonesia? Condividi con lui questo articolo importante che potrebbe aiutarlo a non incorrere in problemi una volta sul posto! Prosegui la lettura con altri articoli utili: Le informazioni contenute nel sito non intendono sostituire i pareri, i consigli, le indicazioni e le terapie fornite da medici o previste dalle strutture sanitarie riconosciute.

Quanto è sicura Bali?

Quali sono i rischi per la tua sicurezza a Bali? – 1 – Incidenti stradali Bisogna ammettere che le strade indonesiane sono pericolose in città e in campagna e i motivi sono tanti: il cattivissimo stato della carreggiata, un traffico molto difficile durante la stagione delle piogge, la presenza di animali e pedoni sulla strada, la densità del traffico, un comportamento irresponsabile al volante, la guida in stato di ebbrezza, il mancato rispetto del codice della strada.

La maggior parte degli incidenti riguarda le due ruote, il mezzo di trasporto preferito sull’isola, e pochi conducenti indossano le protezioni necessarie, come casco e guanti. Se desideri utilizzare un motorino o una moto, assicurati di indossare il casco, che tu sia conducente o passeggero. Insisti con la società di noleggio affinché te ne fornisca uno (o due).

Rimani sempre attento e ricordati che in Indonesia la guida è a sinistra,2 – Rischi naturali Situata sulla cintura di fuoco del Pacifico, una zona caratterizzata da numerosi terremoti, Bali è anche un’isola vulcanica colpita da forti temporali durante la stagione delle piogge,

  • Come il resto dell’Indonesia, che si trova all’incrocio di diverse placche tettoniche, Bali è soggetta a disastri naturali: eruzioni vulcaniche, terremoti, tsunami, inondazioni, frane.
  • Nota Bene Colpita molto pesantemente, nel dicembre 2004, da uno tsunami provocato da un potente terremoto, l’Indonesia è ancora segnata da questo disastro, che ha causato più di 160.000 vittime nell’arcipelago.

Da allora, il governo e la Balinese Hotel Association (BHA) hanno istituito un sistema di allerta e un protocollo di evacuazione da seguire in caso di disastro. Chiedi al tuo alloggio o all’ufficio turistico informazioni sulla procedura da seguire e sui luoghi dove recarsi (zone gialle) per essere sicuri.3 – Registrati su Dove Siamo nel Mondo Questo servizio gratuito del Ministero degli Affari Esteri, ti permette di segnalare la tua presenza in Indonesia e informa via e-mail o SMS non appena la situazione di sicurezza locale lo richiede.4 – Rischio di attentati a Bali La minaccia terroristica in Indonesia esiste.

La Farnesina precisa che ” le Autorità indonesiane mantengono alto il livello di allerta, anche in relazione al progressivo rientro in patria di “foreign fighters” indonesiani radicalizzati nei teatri di conflitto mediorientali, e hanno rafforzato le misure di sicurezza a prevenzione di eventuali ulteriori iniziative da parte di gruppi terroristici.

” Sul sito Viaggiare Sicuri si consiglia ” particolare cautela ” in luoghi molto frequentati o in coincidenza ” con ricorrenze, festività civili/religiose e particolari periodi dell’anno “. Rispettare le istruzioni di sicurezza delle autorità locali.5 – Incidenti legati alle attività del tempo libero

  • Nuoto e surf : le correnti sono molto forti e solo alcune rare spiagge sono sorvegliate. Non nuotare vicino a corsi d’acqua che sfociano nel mare; l’acqua può essere contaminata, soprattutto dopo le piogge.
  • snorkeling e immersioni : attenzione a non tagliarsi sui coralli, le ferite possono infettarsi rapidamente. Non esitare a consultare un medico se l’eventuale ferita impiega del tempo a guarire. Se hai intenzione di praticare del diving o un’altra attività sportiva, scegli un centro di immersione che goda di buona reputazione e che sia raccomandato dall’ufficio turistico. Gli standard di sicurezza non sono gli stessi che in Europa e la richiesta turistica è così alta che la qualità proposta non è sempre all’altezza.

6 – Delinquenza e truffe

Le rapine e i borseggiatori non sono rari, soprattutto in luoghi molto turistici.

I nostri consigli: * lascia i tuoi oggetti di valore al sicuro nella cassaforte alla reception del tuo hotel (nei piccoli hotel è meglio non utilizzare la cassaforte della tua camera perché i furti sono comuni anche in stanza) * non usare il cellulare per strada e porta solo il minimo indispensabile in spiaggia

Truffe di ogni genere: * Fai attenzione ai falsi bancomat che sembrano veri! La tua carta verrà mangiata dal falso bancomat prima di essere utilizzata in modo fraudolento. * Preleva denaro solo dagli sportelli automatici situati all’interno delle banche * Non salire su taxi non autorizzati e chiedi subito all’autista di attivare il tassametro. *Per una maggiore sicurezza, si consiglia di utilizzare i taxi Bluebird, riconoscibili dal logo sulla porta (un uccellino su sfondo blu) o un’app come Gojek o Grab, Buono a sapersi: Uber non opera più in Indonesia.

7 – La sicurezza per le donne che viaggiano da sole Bali è una destinazione decisamente sicura. Ma le molestie di strada esistono. Inoltre, fai attenzione agli estranei che si avvicinano in spiaggia o in un bar. Alcuni potrebbero rivelarsi delle invadenti escort e cercare soprattutto di scambiare i loro favori sessuali con denaro.

A cosa stare attenti in Indonesia?

Pericoli in Indonesia : Criminalità – L’Indonesia ha un tasso di criminalità e microcriminalità abbastanza basso. In generale è un paese sicuro, ma è sempre bene osservare le precauzioni basiche e leggere le schede su viaggiare sicuri. Nelle zone più turistiche di Bali possono verificarsi episodi di borseggio, i più frequenti sono quelli ai danni di cellulare o borsa.

  • Qua come in tutto il mondo occorre prestare qualche piccola attenzione.
  • Non lasciare portafoglio o telefonino incustoditi, chiudere sempre a chiave la stanza della tua camera.
  • Evitare di ostentare oggetti di lusso, ma soprattutto non andare in scooter alla ricerca di strade o siti con il cellulare in mano.

Viaggiare nelle aree remote del paese è sicuro, ma è necessario avere un grande spirito di adattabilità

In quale zona alloggiare a Bali?

Ubud – Senza dubbio il posto migliore dove alloggiare a Bali è Ubud, favolosa cittadina e punto di partenza per visitare l’isola, i suoi templi e alcune delle principali attrazioni. Ubud è una tappa imperdibile durante un viaggio a Bali perfetta per visite culturali ed escursioni nella natura. Ubud è piena di negozietti, gallerie d’arte e ristoranti, ma è molto tranquilla, e la sera non troverete la stessa confusione che c’è a Kuta. Consiglio di passare almeno 4 giorni in questa splendida località. Una volta scelta Ubud come base per visitare Bali, dovrete decidere in quale hotel pernottare.

  • Ci sono un’infinità di sistemazioni: da economiche guest house ad antichi palazzi in stile balinese affacciati su campi di riso.
  • Il centro del paese è costituito dalle due vie principali, Monkey Forest Road e Jl Raya Ubud, che si incrociano tra loro, dove è situata la maggior parte delle attività, negozi, agenzie, ristoranti ed hotel.

Le opzioni sono principalmente due:

La prima è quella di scegliere un hotel proprio nel centro di Ubud. In questo modo potrete godervi la cittadina, girando per negozi, ristoranti e visitando tutte le attrazioni del posto. La seconda opzione è alloggiare nei dintorni di Ubud, ci sono molti resort che offrono splendide capanne di lusso, con vista sulla foresta tropicale o sulle risaie. E’ la scelta più adatta per chi vuole isolarsi da tutto ed immergersi nella natura balinese.

Adblock
detector